Albert Camus - Filosofo

Ciò che da valore al viaggio è la paura; o, in altre parole, la separazione (o emancipazione) dalle circostanze e da tutte le abitudini dietro alle quali ci nascondiamo.

Walth Whitman, Canto della strada.

A partire da quest'ora mi ordino libero di limiti e linee immaginarie. Vado ove voglio, totale e assoluto signore di me. M'arresto, ricerco,ricevo, contemplo. Dolcemente ma con volontà incoercibile, mi svincolo dalle remore che trattenermi vorrebbero.

Robert M. Pirsig, Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta

Non voglio mettermi fretta: questo è già un atteggiamento velenoso del ventesimo secolo. Se vuoi fare qualcosa in fretta, significa che non te ne importa più niente e vuoi passare a far altro.

Carpediem

Molti di noi hanno aspirato per la prima volta a viaggiare in terre lontane ed ad avere avventure esotiche quando erano adolescenti. Infatti, queste ambizioni sono per loro natura adolescenziali... Perciò, quando ci abbandoniamo come un tempo a queste fantasie, ci accorgiamo con un'improvvisa e discordante chiarezza che se non partiamo subito non lo faremo mai più e saremo ossessionati dai nostri sogni irrealizzati. Sapremo allora di aver peccato contro noi stessi.

Ed Buryn, Viaggiatore

Tenete presente che il vantaggio speciale del non programmare un viaggio consiste nel non sapere veramente che cosa succederà poi. Le difficoltà che vi capitano non vi danno alternativa: dovete affrontarle. E, facendo ciò, vivete la vita appieno.

Post in evidenza

Riflessione

Vado in moto da 35 anni. Ho passato anni della mia vita a decantare e fantasticare sulle prestazioni e l’estetica delle moto da me prima desiderate e poi possedute. Infinite discussioni con gli amici davanti ad una birra o davanti ad una tastiera sulla superiorità di un marchio su un...

GPS: introduzione

Sento spesso molti affermare che preferiscono viaggiare solo con una cartina ben dettagliata e una bussola, quindi di non sentire il bisogno di un GPS. Confesso che anch’io ero convinto della cosa visto che per la maggior parte delle volte si viaggia su strade che prima o poi ti conducono...

Primo soccorso: Ferite

Le ferite possono essere più o meno estese, superficiali oppure profonde a seconda che interessino la sola cute o anche le strutture anatomiche sottostanti, come i tendini e i muscoli. Le ferite del capo, del torace e dell’addome possono essere talmente profonde da coinvolgere nella rottura anche gli organi contenuti rispettivamente nel cranio, nella gabbia...

Primo soccorso: colpo di sole

Il colpo di sole compare dopo una lunga esposizione ai raggi solari. Il primo segnale del disturbo è un malessere generale e improvviso a cui seguono mal di testa, sensazione di vertigine, nausea. La temperatura corporea si alza, la pelle appare secca e molto arrossata. La prima cosa da fare è...

1970: la nascita di una passione

….forse era il 1970, di sicuro era estate ed io con mio cugino Piero stavo contemplando, come spesso accadeva, l’orizzonte dal quale proveniva e verso il quale spariva la strada provinciale, deserta, arroventata dal caldo afoso di luglio nel Monferrato. Il silenzio, quel silenzio così abituale per chi vive in...

Primo soccorso: disidratazione

Si manifesta in corso di sudorazione profusa con conseguente perdita di acqua ed elettroliti che generalmente vengono compensati dall’assunzione di bevande ed elettroliti, ma che in alcune circostanze (pensiamo ai maratoneti quando no effettuano correttamente le soste previste per il ristoro) possono invece risultare carenti e causare una sofferenza del metabolismo cellulare...